martedì 30 agosto 2011

San Marco e San Todaro

San Marco evangelista oltre ad essere il santo benvoluto del nostro paese è anche il patrono di Venezia. Nella città lagunare, tuttavia, condivide il patronato con un altro santo del primo millennio: San Todaro.

Colonne di San Marco e San Todaro
Chi giunge a Venezia dal bacino di San Marco vede svettare due colonne su cui sono poste la statua di San Todaro, primo protettore della città, e la figura di un leone alato che raffigura San Marco, attuale patrono di Venezia.

Per me che mi chiamo Marco Todaro è stata una piacevole sorpresa scoprire che sia il mio nome sia il mio cognome sono i nomi dei due santi che da secoli vegliano sulla Regina dell'Adriatico.

Dell'evangelista Marco, bene o male, conosciamo abbastanza per cui andremo a scoprire più in dettaglio la figura di San Todaro.

San Todaro, nome veneziano del bizantino San Teodoro di Amasea (l'odierna città di Amasya in Turchia) fu un santo guerriero, originario dell'Oriente ma legionario di Galerio Massimiano proprio in quella città. Egli fu martirizzato per essersi rifiutato di fare sacrifici agli dei, ed aver dato fuoco al tempio di Cibèle, un antica divinità venerata in Anatolia.

domenica 28 agosto 2011

Letterio Restuccia: il milese che sfidò Salvatore Giuliano

Cosa ha in comune il nostro villaggio con il famoso bandito Salvatore Giuliano vi starete chiedendo? In realtà c'è un sottile fil rouge che li lega, e che cercherò di spiegare nel prosieguo del presente articolo.

Arnoldo Mondadori Editore, 1987
Anni fa leggendo uno dei tanti libri sulla vita di Salvatore Giuliano mi sono imbattuto su un nome a me famigliare. Nella biografia di Enzo Magrì sul bandito siciliano c'era scritto «un mese dopo il bandito aveva ucciso altri due carabinieri: Letterio Restuccia il 2 maggio e Gesuino Campus il giorno 6».

Ricordai allora che Letterio Restuccia era il nome dell'agente di pubblica sicurezza (non un carabiniere) sepolto nel cimitero del nostro villaggio. Sono sicuro che questa tomba non sarà passata inosservata a molti che, per la cronaca, si trova alla sinistra dell'entrata principale vicino al muro di cinta. Mi documento meglio così vengo a scoprire che questo giovane, che ha perso la vita proprio in un conflitto a fuoco con Giuliano era di Mili Marina, aveva solo 24 anni e venne ferito mortalmente a Montelepre, roccaforte della famiglia di Giuliano, nell'adempimento del proprio dovere.

Ritorno a Mili: il blog che mancava

Benvenuti a tutti in questo nuovo spazio web attraverso il quale si cercherà di ricordare curiosità, persone ed eventi dei paesi di Mili San Marco e Mili Marina.

Vista da Santa Caterina (Estate 1949)
Vorrei pertanto parlare degli uomini, autentici personaggi, che hanno segnato la vita di molti con la loro simpatia e la loro saggezza. Vorrei ricordare le gesta del Mili calcio, la storia della Banda musicale, la tragicità degli eventi naturali che hanno colpito la vallata, le figure dei sacerdoti che si sono succeduti nel tempo e tutto quello che più in generale può essere ricollegato a nostro amato paese.

È un progetto ambizioso che avrà bisogno dell'aiuto di tutti coloro che, legati in qualche modo al paese, vorranno condividere le loro storie e i loro ricordi con la comunità allargata di Internet. Ringrazio pertanto, già da adesso, tutti gli amici che nei mesi avvenire vorranno partecipare inviando delle storie o dei ricordi legati al nostro paesino che sarò ben lieto di pubblicare.

Con la speranza che il blog possa crescere auguro a tutti voi una buona lettura.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...