domenica 27 maggio 2012

L'aereo abbattuto a Mili: storia degli eventi

Il 30 Gennaio 1943, in piena seconda guerra mondiale, un B-24 Liberator della Air Force statunitense veniva abbattuto dalla contraerea dell'Asse e dopo un volo incerto di diverse miglia il veicolo precipitava proprio in «contrada Milese».

Un B-24 Liberator
La città di Messina ha pagato un pegno altissimo a causa della guerra subendo ben 4 bombardamenti navali e addirittura 2805 bombardamenti aerei, da parte della colazione anglo-americana. Una di quelle bombe è caduta, inesplosa, vicino al camposanto di Mili, altre nel territorio più a valle, come già ricordato nell'articolo Le dodici piaghe di Mili San Marco.

Le incursione aeree sulla città iniziarono il 9 Gennaio 1941, ma è nel periodo compreso tra la notte del 29 Luglio e il 17 Agosto 1943 che si registrò il maggior numero di attacchi sul centro abitato, con bombardamenti non più, in prevalenza, notturni ma anche diurni. Solo nelle prime due settimane dell'Agosto '43, vennero sganciati sul nostro territorio 6542 tonnellate di esplosivo.

sabato 26 maggio 2012

10.000 volte grazie!

È con una certa emozione che inizio questo post «celebrativo» per annunciarvi che Ritorno a Mili dalla sua apertura, avvenuta il 28 Agosto del 2011, ha già collezionato più di 10.000 visite, grazie al vostro affetto.

10.000!
Certo mi rendo conto che rispetto ai grossi blog, quelli seguiti da milioni di persone, questi sono numeri irrisori ma non per questo mi sento meno orgoglioso del traguardo raggiunto; e poi bisogna aggiungere che il blog ha una «platea» fortemente locale e a parte qualche articolo di interesse più generale, come quelli su Sante Calogero o Gia Scala, ha una bassa attrattività.

A dire il vero, non pensavo che avrei avuto la costanza e la pazienza di aggiornare in maniera quanto meno dignitosa il blog, non certo per mancanza di passione o voglia, ma proprio per mancanza materiale del tempo. Fortunatamente fino ad ora sono riuscito a smentirmi.

Naturalmente il ringraziamento maggiore va a tutti voi che avete avuto la pazienza di leggermi, di lasciarmi un commento di feedback, di farmi una critica, insomma di entrare in contatto con me anche per una «battuta» veloce.

Sperando di continuare a migliorare sempre di più e di fornirvi nuovi interessanti contenuti, vi lascio offrendovi un pezzo (virtuale) della grande torta preparata per Ritorno a Mili gentilmente offerta da Arcakes, le dolci creazioni di Cristina.

sabato 12 maggio 2012

Un torneo di biliardo tutto da ricordare

Nell'Aprile 1972 presso il «bar degli sportivi» di Mili, il Bar De Domenico, si sono svolte le finali di quello che può considerarsi, in assoluto, il primo torneo di biliardo della storia del nostro paese (ne seguiranno altri).

Torneo di Biliardo, 1972
Il torneo ha raccolto attorno a sé un alto numero di partecipanti, tra cui due «grossi nomi» di questa specialità, Carmelo De Salvo e Marco Spadaro, ed ha visto la presenza di un significativo numero di spettatori durante l'intero arco di svolgimento della manifestazione.

La competizione, iniziata nel mese di Febbraio dello stesso anno con la fase a gironi, è andata avanti per quasi tre mesi giungendo al suo epilogo, come dicevo, nell'Aprile del 1972, quando si giocarono le tanto attese finali.

Favorito assoluto del torneo era Carmelo De Salvo, abile giocatore dei più blasonati tornei cittadini. Melu cantanti era anche lo «sponsor ufficiale» dell'evento che di fatto portava il nome della piccola rivendita di strumenti musicali che egli stesso aveva avviato dopo aver interrotto la collaborazione con il «più famoso» Nino Sanfilippo: L'angolo della musica.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...