domenica 25 marzo 2012

Filippo Caprì: il grande difensore

Il 27 Novembre 1919 nasceva nel villaggio di Mili Filippo Caprì portabandiera del calcio peloritano nonché, a detta degli esperti del settore, uno dei più grandi difensori messinesi di tutti i tempi.

Filippo Caprì
Filippo aveva spiccate attitudini offensive e realizzatrici e per questo è stato addirittura considerato, nelle varie squadre in cui ha militato, un attaccante aggiunto, come si evince dai tabellini delle partite del tempo, ove viene inserito come centravanti, ala sinistra o altri ruoli dell'attacco.

Si forma nel difficile campo della fiumara di Mili dove inizia a muovere i primi passi e a mostrare le sue innegabili qualità. Giovanissimo gioca nel Contesse; nel 1937-38 è all'U.S. Messinese; nel 1938-39 e 1939-40 è al Messina in serie C.

Interlandi e Caprì in una foto scattata il 5/11/1939
Dopo lo scioglimento dell'A.C. Messina, gioca i primi tre mesi del 1940-41 nel Siracusa; in seguito a problemi di menisco, ritorna a Messina e gioca prima nell'U.S. Messinese e poi nella Peloro.

All'inizio del 1941 è all'U.S. Tenente Carlo De Meo (già Messinese).

Il 7 Aprile 1941 la Peloro, insieme alla Carlo De Meo, viene intitolata al tenente dell'esercito Mario Passamonte, eroe di guerra morto in Africa ed ex giocatore della Peloro; con la maglia della Passamonte il 4 Maggio 1941 è autore di una delle due reti nel confronto con una rappresentativa tedesca in occasione della Festa dell'Asse. L'incontro alla fine terminerà in perfetta parità, 2-2.

Passamonte-Rappresentativa Tedesca 2-2, 4 Maggio 1941
Permettetemi una parentesi. Incuriosito dalla foto precedente ho chiesto ad un mio amico, Armando Donato, maggiori lumi sui soldati tedeschi rappresentati nella foto. Armando è uno studioso di storia bellica, con particolare riferimento al secondo conflitto mondiale, nonché autore del libro Messina Obiettivo Strategico, ed è stato ben lieto di rispondermi.

«I tedeschi sono della Luftwaffe (aeronautica) che gestivano anche le batterie contraeree della FlaK (FlugabwehrKanone). La Luftwaffe arrivò a Messina nel dicembre 1940 col il X Fliegerkorps (corpo aereo). Il campo di gioco dovrebbe essere in città, a giudicare dall'araucaria visibile accanto alla ciminiera, mentre l'occasione potrebbe essere riferita ai festeggiamenti degli 80 anni dell'esercito, costituito esattamente il 4 Maggio 1861. Il patto chiamato Asse fu firmato nel Settembre del 1940» e probabilmente la «Festa» venne definita «dell'Asse» per compiacere gli alleati tedeschi. Chiusa parentesi.

Nel 1942-43 partecipa, sempre con la maglia della Passamonte, al campionato di serie C; nel 1943-44 per un breve periodo gioca nella risorta A.C. Messina, ma la guerra comporterà presto il nuovo scioglimento di questa mitica società.

Nel 1944-45 con la maglia della S.S.Lega Arsenale partecipa al campionato siciliano, vinto dal Palermo, dove la squadra giungerà ai quarti di finale.

Nel 1945-46 è al Messina che a fine campionato si fonderà con il Gazzi per dar vita all'A.C. Messina. La fusione non è ben vista da molti giocatori, compreso Caprì, che passa ad irrobustire le file del Giostra per la stagione 1946-47; nel 1947-48 è all'Arsenale Augusta, in 1ª divisione, ma in seguito al riacutizzarsi dei problemi al menisco rientra nuovamente a Messina ove giocherà sino al 1950-51 nell'Arsenale Messina.

Accanto alla sua carriera agonistica ufficiale vanno ricordati gli anni in cui militerà nella nostra locale squadra di calcio, il Mili San Marco, ogni volta che gli impegni societari gli permetteranno di farlo e dopo il suo ritiro in maniera più costante.

Mili San Marco, 1950 (circa)
Quest'ultima foto mostra risale proprio a quegli ultimi anni, e mostra una formazione del Mili San Marco di gran rilievo. Siamo all'incirca nel 1950 e in formazione troviamo: Marco Mangano (litro), Filippo Caprì, Sarino D'Angelo, il portiere Rotolo, Nino De Pasquale e Nino Parisi (il capitano). Accosciati: Ciccino De Domenico, Santino Magale e Nino Cucinotta

La tabella seguente riassume dettagliatamente e in maniera cronologica tutte le militanze ufficiali del calciatore milese:

Stagione Società
1936-37Contesse
1937-38U.S. Messinese
1938-39A.C. Messina (serie C)
1939-40A.C. Messina (serie C)
1940-41Siracusa (serie C)
1940-41U.S. Messinese, poi Peloro (1ª divisione)
1941 U.S. Carlo De Meo
1941-42U.S. Passamonte
1942-43U.S. Passamonte (serie C)
1943-44A.C. Messina
1944-45S.S. Lega Arsenale (Campionato Siciliano)
1945-46A.S. Messina (serie C)
1946-47U.S. Giostra (serie C)
1947-48Arsenale Siracusa (1a divisione)
1948-49U.S. Arsenale Messina (serie C)
1949-50U.S. Arsenale Messina (serie C)
1950-51U.S. Arsenale Messina (serie C)

Filippo Caprì ha poi vissuto tutta la propria vita nel villaggio di Mili Marina, avvolto dall'affetto dei suoi cari e dalla stoma e dall'amicizia di tutti i compaesani che lo hanno conosciuto, spegnendosi alla veneranda età di 92 anni.

Sitografia:
FCM Story: I campioni del novecento. Filippo Caprì, web.tiscali.it, [25/03/2012]

Nessun commento :

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...